Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

L’accettazione di Exchange nel mondo della virtualizzazione ha avuto luogo in conseguenza di notevoli miglioramenti negli hypervisor moderni, abbinati ad altrettanti miglioramenti in Microsoft Exchange. Ora le organizzazioni che impiegano Exchange possono facilmente sfruttare gli investimenti nell’hypervisor e implementare Exchange nel proprio ambiente come una qualsiasi altra applicazione.

Quando si tratta di eseguire Exchange in un ambiente basato su vSphere, si presentano cinque elementi critici che gli amministratori di VMware devono prendere in considerazione per avere la certezza che Exchange venga eseguito con la massima efficacia.

In questa guida si presume che gli amministratori eseguano Exchange Server 2010 con SP2 su vSphere 5 o superiore.