Costruire Datacenter ottimizzati per il Cloud computing

Il concetto di cloud fino a un paio di anni fa era solo presente nei convegni e nei seminari, adesso invece rivoluziona gran parte dei reparti IT nel mondo.

In un modello di cloud pubblico, un fornitore di servizi stabilisce un servizio basato sul cloud in termini di offerta commerciale. Gli asset IT sono in comune, e i servizi sono forniti alle imprese su una base a consumo. Sfruttando l’esperienza e gli investimenti tecnologici di un service provider cloud affidabile, le aziende possono ridurre i costi, rispondere più rapidamente alle esigenze di business in rapida evoluzione, e si concentrano preziose risorse IT per l’innovazione di business, piuttosto che a servizi di base per l’infrastruttura IT.

In un modello di distribuzione private cloud, i servizi vengono forniti a utenti e gruppi all’interno di una singola impresa. L’impresa può costituire un cloud privato per fornire applicazioni on-demand e servizi ai consumatori interni e business unit.

In un modello ibrido un’impresa impiega una combinazione di servizi cloud pubblici e privati – a volte in combinazione con le tradizionali soluzioni IT on-premise. Molte grandi imprese stanno adottando modelli di distribuzione ibridi.

La vera domanda però è: quale soluzione tecnologica scegliere a seconda della tipologia di cloud più indicata per la vostra azienda. La risposta la trovi scaricando il whitepaper gratuito.