Ransomware. Il punto di vista delle vittime

Uno studio di Bitdefender ha rilevato che meno della metà degli utenti identifica correttamente un ransomware come un tipo di malware che impedisce o limita l’accesso ai dati del computer, ma due terzi sono consapevoli che può danneggiare i computer. Lo studio di novembre 2015 è stato condotto da iSense Solutions, includendo 3.009 utenti di Romania, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania e Danimarca.
Secondo lo studio, questo malware basato sull’estorsione ha preso di mira indistintamente gli utenti che si connettono a Internet, tra cui il 4,1% della popolazione degli Stati Uniti, per un totale di quasi 13,1 milioni di persone.