Intel Unite, collaborazione più produttiva e sicura

La soluzione Intel® Unite™ consente una collaborazione produttiva e sicura. Le riunioni iniziano rapidamente grazie ad una facile condivisione wireless del contenuto sugli schermi presenti nelle sale o su altri dispositivi connessi alla rete aziendale. Per soddisfare le peculiari necessità di ogni sala riunione, potete facilmente personalizzare la soluzione con varie opzioni, tra cui la

Collaboration integrata per le Aziende

Intel IT ha investito molte risorse negli ultimi anni nello sviluppo di strumenti e applicazioni di collaboration: oggi è in grado di integrare tali strumenti nei processi di business delle aziende per consentire loro di trarre tutti i benefici che tale tecnologia permette. Questo whitepaper illustra le principali sfide che le organizzazioni si trovano ad

Guida alla pianificazione: Moderne tecnologie di collaborazione

Questa guida alla pianificazione può aiutare i responsabili IT a porre le fondamenta per un’esperienza di collaborazione immersiva a tutti i livelli della loro organizzazione. Alcuni esempi: – Migliorare l’esperienza di collaborazione sia in ufficio che fuori sede come parte integrante del processo di modernizzazione del lavoro – Rendere totalmente fluida e interattiva la collaborazione

Tablet e Business

Ricerca condotta nel mese di September 2013 in 4 Paesi Europei: Francia, Germania, Italia e Spagna. Il campione è rappresentato da 408 CIO e IT manager in aziende da 100 a 5.000 dipendenti. Obiettivi: * Scoprire quanto sia significativa la penetrazione dei tablet nelle aziende. * Identificare applicazioni business accessibili tramite tablet. * Conoscere il

Efficienza energetica automatizzata per il business intelligente con Intel Xeon

I requisiti energetici del data center possono compromettere la flessibilità del business. Secondo le stime di IDC, per ogni euro investito dalle organizzazioni IT nell’hardware per supportare nuovi utenti e applicazioni, vengono spesi altri 50 centesimi per l’energia e il raffreddamento dell’hardware preesistente. Con il raggiungimento dei limiti massimi di capacità in termini di energia